L’integratore alimentare Bio Reishi funziona? Recensione con opinioni

0
169
Integratore alimentare Fungo Bio Reishi

La medicina orientale una disciplina antica di 5.000 anni, ci ha abituato a molte risibili leggende, come la polvere di corno di rinoceronte contro l’impotenza o la bile degli orsetti del miele, povere bestie relegate in gabbia solo per la produzione dell’enzima miracoloso; oppure le ossa di tigri e leoni in polvere, ricercate per infondere nell’uomo la stessa forza dei felini, che vengono massacrati a centinaia in nome di semplici tradizioni, prive di ogni base scientifica.

Tra le tante fandonie, non è raro riscontrare qualche rimedio sconosciuto a noi occidentali ma dall’efficacia reale quanto inaspettata, oggetto di studi e attenzione da parte della classe medica.

Tra questi, uno degli esempi più concreti è rappresentato dal fungo di origine giapponese Reishi detto anche Ganoderma Lucidum, uno dei vegetali più studiati negli ultimi 50 anni.

Il fungo Reishi e le sue proprietà:

È un fungo saprofita del castagno e della quercia, cioè vive in simbiosi con essi ed ha bisogno di un substrato legnoso marcescente per nutrirsi, ma le sue virtù medicali e la relativa crescente richiesta in Europa e negli USA, ne hanno propiziato la coltivazione intensiva.

È dagli anni 70 che in occidente si utilizza il Ganoderma, le sue proprietà sono state riscontrate, registrate e ufficializzate dalla medicina allopatica. Molti medici (chi lo conosce) lo prescrivono in qualità di integratore, quale coadiuvante di determinate terapie, ma anche da solo può essere usato con ottimi risultati.

Acquista l’integratore Bio Reishi a metà prezzo PAGHI ALLA CONSEGNA

Il suo contenuto in nutrienti e principi attivi consiste in una notevole percentuale di polisaccaridi β-glucani ed etero β-glucani, molecole che stimolando la produzione di interleuchine 1 e 2 e citochine, rinforzando sensibilmente il sistema immunitario. Questo ne indica l’utilizzo in qualsiasi malattia (incluso il cancro e malattie virali) conclamata o assumendolo regolarmente, nella prevenzione. I Ganoderani A,B e C che contiene, gli attribuiscono inoltre proprietà ipoglicemizzanti.

Le sue proprietà antiossidanti e l’induzione alla produzione di interferone oltre alla citochinogenia, lo rende una delle poche armi a disposizione contro gli agenti virali. Possiede anche proprietà mucolitiche, che in aggiunta alle caratteristiche antinfiammatorie dell’interferone, delle citochine e delle interleuchine, ne fanno un prodotto completo in caso di bronchiti o broncopolmoniti essudative, anche di origine batterica.

In definitiva lo spettro antibiotico si allarga a tutti i germi patogeni, batteri Gram positivi soprattutto, ma anche Gram negativi, funghi (micosi) e virus.

In merito all’efficacia antibiotica, è stato eseguito uno studio in doppio cieco (cioè tra due centri che hanno lavorato in autonomia e senza conoscere i risultati gli uni degli altri) tra l’università di Auckland (Nuova Zelanda) e il centro di ricerca sul cancro di Amala in India, soprattutto verso l’Helicobacter pylori, che ne hanno appurato l’efficacia.

Le conclamate doti antibiotiche riscontrate, risultando peraltro selettive verso alcuni ceppi batterici, possono a tutti gli effetti considerarsi antibiotici naturali (del resto anche la penicillina è un fungo), che a differenza delle molecole sintetiche non provocano effetti collaterali, nè fenomeni di resistenza.

Le malattie ricorrenti di origine batterica principalmente sensibili sono le cistiti, le faringiti, le bronchiti e le candidosi (la Candida albicans è un micete).

Contiene inoltre proteine Ling-Zhi-8 (LZ-8), dalle qualità anticolesterolemizzanti e dagli effetti ipotensivi, un valido contributo dunque nella profilassi della malattia cardiaca e arteriosa.

Una grossa percentuale di acidi ganodernici, triterpenidi in grado di inibire l’istamina e dunque particolarmente indicati nel corso di fenomeni allergici anche importanti, conferiscono al fungo proprietà immunomodulanti; gli stessi steroli favoriscono la respirazione cellulare e ne fanno un disintossicante epatico.

Bio Reishi funziona realmente? Caratteristiche adattogene:

Fungo medicinale Reishi

Ultimamente è stato coniato il termine “adattogeno” in campo medico, ma il suo utilizzo sul web è abbastanza inflazionato, attribuito anche e inopportunamente a determinate sostanze, ma soprattutto ne viene travisato il significato.

L’adattogenia è una dizione che viene utilizzata soprattutto in psichiatria ed è riferita alle capacità di adattamento a mutamenti repentini e/o improvvisi delle consuetudini di vita come un trasferimento, cambiare lavoro, separarsi da un compagno/a, un lutto improvviso.

Acquista l’integratore Bio Reishi a metà prezzo PAGHI ALLA CONSEGNA

Il contenuto in adenosina che incrementa l’ATP, in germanio, zinco, rame e altri sali minerali, le vitamine B,C e D, i triterpeni (acido lucidenico, acido ganodermico e acido genolucido), i 17 aminoacidi essenziali, e i polisaccaridi (glucosio, galattosio e mannosio), contribuiscono in misura e modi diversi alla produzione dei neurotrasmettitori (colina, acetilcolina, noradrenalina) e rinforzano quello che è il sistema nervoso e la sua influenza sulla psiche e sull’emotività.

Le stesse sostanze determinano una maggiore resistenza agli stress biologici dovuti all’acclimatamento nei confronti di posti nuovi, differenti altezze sul livello del mare, l’esposizione a diversi tipi di batteri, spesso causa di dissenterie e dispepsie (diarrea del viaggiatore).

Le indicazioni e i benefici dell’integratore Fungo Bio Reishi:

Il fungo Bio Reishi risulta dunque possedere le seguenti qualità:

– Analgesico, antinfiammatorio, antibatterico, antivirale, antifungino;

– Adattogeno, antidepressivo, antistress;

– Antitrombotico, antiossidante, antidiabetico, ipocolesterolemizzante, endotelio-protettore;

– Antiasmatico, antiallergico e particolarmente indicato per le malattie respiratorie;

– È attivo contro l’Helicobacter Pylori.

I funghi officinali (considerati miracolosi) di origine asiatica sono tre: il Cordyceps, il Reishi e lo Shitake, tutti contenenti più o meno gli stessi componenti e dalle indicazioni sovrapponibili. Tra questi quello che sembra risultare più ricco degli altri in percentuale di molecole attive, è proprio il Ganoderma. A parte che per una maggiore biodisponibilità in sostanze energetiche da parte del Cordyceps Sinensis, per quanto riguarda il resto dei componenti officinali, il Reishi contiene quasi il doppio della titolazione.

Il suo utilizzo è ormai largamente diffuso anche in occidente, specialmente come antibiotico dal momento che negli ultimi anni stiamo assistendo alla comparsa di ceppi batterici resistenti a tutti i principali biostatici di sintesi, che di fatto hanno perduto parte della loro efficacia.

Sia come integratore di base che in aggiunta a rimedi farmaceutici in caso delle più disparate patologie, il Reishi rientra tra i prodotti officinali più usati ed il suo impiego ha una tendenza esponenziale.

Come si assume il Bio Reishi? Ha controindicazioni?

Integratore di Ganoderma Bio Reishi

Il Reishi è un fungo dall’aroma vagamente tannico e abbastanza gradevole, ma la polpa è coriacea e dalla consistenza legnosa. Anche cotto risulta troppo compatto da ingerire (i giapponesi dal prodotto secco ne ricavano gustose zuppe), pure se commestibile e dall’aroma invitante.

La sua assunzione avviene tramite essiccazione e polverizzazione oppure per infusione.

Gli integratori a base di Reishi possono contenere il semplice fungo secco e triturato in polvere, da somministrare in capsule vegetali, sia tramite concentrazione dei principi attivi e fruibile in gocce, capsule vegetali o polvere con cui preparare tisane.

Acquista l’integratore Bio Reishi a metà prezzo PAGHI ALLA CONSEGNA

È preferibile assumerlo al mattino in aggiunta di una buona dose di vitamina C, che ne faciliti la veicolazione e la biodisponibilità; dunque da abbinare ad una buona spremuta di agrumi.

Il Ganoderma è classificato come erba superiore di 1a qualità, il suo utilizzo è innocuo ed esente da rischi a tutte le quantità o concentrazioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here